Come installare un montascale nel condominio

La stragrande maggioranza degli edifici è stata costruita in un periodo antecedente alla normativa relativa all’abbattimento delle barriere architettoniche, per questo sempre più spesso si parla di interventi di adeguamento presso spazi condominiali. Molti sono i dubbi che riguardano l’installazione di un montascale nel condominio, qual è l’iter sa seguire, se le spese sono a carico di tutti i condomini e così via. Cerchiamo di fare chiarezza sull’argomento.

Secondo la riforma del 2013, il condomino invia, tramite raccomandata, una richiesta scritta all’amministratore contenente: un invito alla convocazione dell’assemblea condominiale, il preventivo della realizzazione dell’opera e il progetto. Nel caso in cui siano trascorsi tre mesi senza la produzione di una delibera è possibile procedere con i lavori di installazione del montascale. Le spese sono sostenute da chi fa la richiesta ed eventualmente dagli altri condomini che intendono partecipare all’installazione. Il condomino che intende installare il montascale è autorizzato addirittura a non tenere conto del consenso degli altri condomini, per evitare contestazioni o creare malumori è comunque opportuno, come specificato in precedenza, convocare una assemblea.

L’installazione di un montascale non richiede opere murarie e quindi non necessita di particolari autorizzazioni amministrative.