Cosa fare quando il lavello della cucina è intasato

Quando il lavello della cucina si intasa non serve utilizzare prodotti dannosi che hanno tra l’altro un costo elevato, per liberare l’ingorgo esistono dei metodi naturali che danno in poco tempo ottimi risultati. La cara e vecchia ventosa è di sicuro il primo sistema da utilizzare: versate dell’acqua calda nello scarico e posizionate subito la ventosa iniziando ad effettuare dei movimenti decisi, sentirete un chiaro rumore non appena l’intoppo si sarà sciolto.

Non siete provvisti di uno sturalavandini con ventosa? Allora potete procedere in questo modo: tagliate con una tenaglia una gruccia di metallo e distendetela fino ad ottenere un filo dritto, eliminate il gancio e fatela passare nei fori dello scolo, con i giusti movimenti riuscirete a romperete il rompere il tappo.

Se neanche con questi sistemi l’ingorgo continua comunque a essere presente allora è arrivato il momento di realizzare delle miscele fatte in casa. Prendete del sale e posizionatelo sullo scolo poi date una leggera scaldata a mezzo litro di aceto di vino bianco facendolo scorrere molto lentamente nelle tubature, attendete almeno un paio di ore prima di far scorrere acqua calda. Per rendere più efficace questa soluzione si può aggiungere al sale una abbondante dose di bicarbonato di sodio.