La caldaia va in blocco?

Può capitare purtroppo che la caldaia smetta improvvisamente di funzionare, impedendoci l’accensione dell’impianto di riscaldamento o l’utilizzo di acqua calda sanitaria proprio quando ne abbiamo bisogno. Premettendo che la manutenzione ordinaria e un controllo periodico da parte di un tecnico specializzato sono fondamentali per la verifica dell’efficienza e la prevenzione di eventuali  problemi, come possiamo intervenire se la caldaia va in blocco?

Tra le cause principali dalle quali ha origine il blocco ci sono il danneggiamento della valvola del gas, la chiusura di uno o più termosifoni, la pressione generale dell’acqua nell’impianto che deve essere sempre pari a circa 1,5 bar o problemi della candeletta di rilevazione. 

Se si accende la spia rossa, prima di qualsiasi altra cosa bisogna accertarsi della presenza o meno di gas metano provando ad accendere i fornelli della cucina, perché potrebbe semplicemente essere stata chiusa la valvola principale di erogazione posizionata sul contatore.

Spesso alcuni stati di blocco possono essere risolti attraverso una semplicissima operazione di resettaggio. Le caldaie moderne presentano infatti un pulsante Reset e un display che aggiorna in tempo reale sullo stato nel quale si trova il generatore termico segnalando inoltre il probabile problema (è importante perciò conservare il libretto di istruzioni per poterlo consultare ogni volta che si ha la necessità di decodificare questo tipo di indicazioni).