Piscina: acqua verde, cosa fare?

Avete notato che l’acqua della vostra piscina è diventata verde, torbida e non sapete cosa fare? Purtroppo si tratta di una problematica piuttosto comune che rende la piscina momentaneamente inagibile. La causa dello spiacevole inconveniente è la presenza di alghe, che galleggiano in superficie o si sviluppano sul fondo.

Questo avviene solitamente quando non si eseguono una corretta manutenzione e pulizia, ma le motivazioni possono essere diverse. Forse il sistema di filtrazione non funziona a dovere o non è stato regolato nella maniera giusta. Anche gli agenti atmosferici influiscono sulla qualità dell’acqua, inoltre alcuni parametri come la temperatura (troppo elevata), cloro e pH, nonché un abbassamento del disinfettante in vasca favoriscono la formazione delle alghe.

Ad ogni modo, esistono delle soluzioni per risolvere il problema efficacemente. Sarà necessario intervenire provocando uno “shock” all’acqua con delle sostanze chimiche. Per prima cosa bisogna regolare il pH tramite l’aggiunta di un acido per portare il livello al valore massimo consentito di 7.6 circa (utilizzate il carbonato di sodio se il livello è basso, il bisolfato di sodio se troppo alto).

Dopo esservi accertati che il filtro funzioni correttamente, impostatelo in modalità non stop per una giornata intera affinché possa filtrare tutte le alghe durante il processo di pulizia. Con una spazzola strofinate bene le pareti e il fondo della piscina. Procedete poi con la clorazione shock. Scegliete un prodotto forte che presenti  il 70% di cloro, utile a disinfettare e ad eliminare le alghe, seguite attentamente le istruzioni per il dosaggio. Quando il livello del cloro sarà sceso sotto il livello 5.0, trattate la piscina anche con un alghicida, lasciando agire per almeno 24 h.

Per concludere, aspirate le alghe morte rimaste nella piscina. Se il risultato non dovesse essere soddisfacente, ripetete il trattamento fino a quando l’acqua apparirà completamente pulita.

Per approfondire, clicca qui.