Più acqua potabile grazie al sole

Si chiama Parabosol ed è il nuovo progetto inventato e brevettato dal designer industriale Hakan Gursu per purificare l’acqua. Utilizzando questo ingegnoso dispositivo ci sarà più acqua potabile grazie alla luce del sole, soprattutto nei paesi più remoti, in cui la siccità è un problema serio che mette in pericolo la sopravvivenza stessa delle popolazioni.

Più di un milione di persone nel mondo, infatti, non ha accesso all’acqua, il bene primario in assoluto. Quello che dovrebbe essere un sacrosanto diritto dell’umanità in alcuni casi sembra assomigliare quasi ad un’utopia. Pensiamo, ad esempio, a molte zone dell’Africa, ma non solo. In Perù è stato realizzato un sistema altrettanto innovativo, che permette di usare l’acqua ricavata dalla condensa della nebbia.

Per questo motivo Parabosol sarà destinato, in primis, a chi ne ha più bisogno. Si tratta di un purificatore d’acqua alimentato a luce solare, funziona grazie ad un sistema di filtraggio e uno specchio parabolico in grado di bollire l’acqua contaminata fino a renderla del tutto potabile. I filtri rimuovono sabbia e residui di gas disciolti.

Il dispositivo portatile a luce solare, che ha già ottenuto diversi premi e riconoscimenti, può arrivare a pulire fino a 170 litri di acqua alla volta.