Ragnatele: i rimedi per eliminarle

“Ragno porta guadagno”, così recita un famoso detto popolare.

Nei tempi antichi, infatti, si diffuse la convinzione che vederne uno annunciasse un colpo di fortuna in arrivo. In realtà alcune persone sono letteralmente terrorizzate dai ragni (soffrono di aracnofobia), le loro ragnatele poi trasmettono l’idea di sporco in casa. Vi suggeriamo allora alcuni rimedi per eliminarle efficacemente.

Intervenite possibilmente di giorno, utilizzando l’aspirapolvere per aspirare velocemente la ragnatela, in alternativa vanno bene anche un panno fissato intorno ad un bastone, una scopa o uno spazzolone. Ovviamente rimuovere le ragnatele presenti in casa risolverà il problema solo temporaneamente. Ecco perché è di fondamentale importanza provvedere ogni volta a portare fuori anche il ragno di turno per evitare che possa tessere nuovamente la sua tela nello stesso punto (generalmente prediligono i luoghi freschi, poco luminosi e asciutti). Non solo.

Si possono prendere le giuste misure per creare un ambiente per così dire inospitale per gli aracnidi. Se avete un giardino o un terrazzo, collocate una pianta di lavanda o di eucalipto, entrambe diffondono un profumo molto forte sgradito ai ragni e in grado quindi di allontanarli naturalmente.

Utile in questo senso anche il truciolato di cedro, ma pure le castagne e le noci. Una buona abitudine che aiuta a tenere a debita distanza i ragni è quella di lavare periodicamente le finestre con l’ammoniaca. Utilizzate altrimenti del tabacco sfuso, scioglietene una piccola quantità in acqua, fate bollire e spruzzate la lozione su finestre, porte, battiscopa ed eventuali fori nelle pareti.