Stillwater, il primo impianto ibrido al mondo

Buone notizie per il Made in Italy ci arrivano direttamente dagli Stati Uniti. Si chiama Stillwater, il primo impianto ibrido al mondo, ed è tutto italiano. Enel Green Power l’ha appena inaugurato a Fallon, nel bel mezzo del deserto del Nevada, alla presenza del premier Matteo Renzi, di numerose autorità americane ed esperti del settore.

Si tratta di un impianto pionieristico che apre inevitabilmente nuovi scenari nel campo delle energie rinnovabili con la sperimentazione di analoghe soluzioni ibride in altri paesi del mondo. Stillwater, oltre ad essere la centrale più grande del suo genere, si pone infatti come un nuovo modello di economia sostenibile, combinando la tecnologia geotermica con quella termodinamica e quella fotovoltaica.

L’integrazione di diverse tecnologie consente di aumentare la disponibilità della risorsa energetica rinnovabile, riducendone l’intermittenza. Risultato? Efficacia, economicità, minor impatto ambientale. L’impianto è in grado di fornire elettricità a ben 56mila famiglie americane, arrivando a far registrare un risparmio di circa 140mila tonnellate di anidride carbonica.

L’eccellenza della tecnologia italiana non ha nessuna intenzione di fermarsi qui. Secondo quanto dichiarato a margine dell’evento dall’amministratore delegato dell’Enel, Francesco Starace, i prossimi impianti ibridi saranno realizzati  molto presto anche in Cile e in Germania, nella città di Monaco.